Ringraziamento all’Ordine degli Ingegneri di Oristano e al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco


Con questo articolo vorrei ringraziare l’Ordine degli Ingegneri di Oristano e in particolare l’ingegnere Fabio Sassu, vice comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Oristano. Mi è stato comunicato, infatti, che nel bollettino n. 62 “Professione Ingegnere” dell’Ordine suddetto è stato citato questo sito. L’occasione, purtroppo, è stata data dal terremoto in Abruzzo.

Per chi scrive per hobby, giusto per buttare giù due righe dopo il lavoro, è gratificante. Con il presente desidero dunque ringraziare e citare a mia volta. Gli articoli in questione si intitolano:

Il terremoto in Abruzzo – resoconto di un collega che ha operato nella zona del sisma

Intervento di stabilizzazione della chiesa di S. Maria delle Grazie (Madonna di Pettino) sita in loc. Pettino – L’Aquila

Chi volesse leggere gli articoli in questione Leggi il resto dell’articolo

Consigli per gli acquisti: le staffe Thorax, qualità e risparmio con perfetta rispondenza al progetto


Thorax 4

Inauguriamo una nuova sezione denominata “Consigli per gli acquisti“; con essa si segnaleranno tutti quei prodotti meritevoli di menzione e che possono realmente far crescere il settore delle costruzioni, ancora troppo legato a quanto avviene in cantiere, con progetti spesso non rispondenti a quanto previsto dal progettista.

Dopo aver notato la diffusione di un articolo pubblicato su questo sito riguardante le staffe (vedi: “Terremoto in Abruzzo: le staffe, queste sconosciute…“) e dopo aver constatato le difficoltà degli operatori del settore nel farsi valere in cantiere, si è deciso di partire proprio da questo elemento fondamente, ovvero la staffatura.

Partiamo da qualche testimonianza presa da IngForum: Leggi il resto dell’articolo

Terremoto in Abruzzo: il meccanismo di piano soffice nel crollo degli edifici


reluis-piano-soffice-2

Nell’articolo precedente abbiamo parlato di alcune delle cause che hanno portato al crollo di svariati edifici a seguito del terremoto in Abruzzo. Sempre in attesa delle necessarie perizie, abbiamo individuato problemi come:

  1. scarso impiego delle staffe nei pilastri e nei nodi, se non totale assenza in alcuni casi;
  2. meccanismi di piano debole;
  3. ribaltamenti fuori piano delle murature;
  4. qualità non idonea dei materiali impiegati;
  5. formazione di pilastri tozzi per erronea disposizione degli elementi secondari.

Della prima causa già abbiamo discusso in “Terremoto in Abruzzo: le staffe, queste sconosciute…“. Adesso, sempre cercando di essere chiari e sintetici, passiamo al cosiddetto meccanismo di piano debole (o piano soffice).

Un aspetto importante delle costruzioni è Leggi il resto dell’articolo

Terremoto in Abruzzo: gli “esperti” poco esperti, il culto del risparmio, la preparazione non sufficiente, …


Inauguriamo la rubrica “Riflessioni sul mondo dell’ingegneria” con un tema delicato e su cui si è discusso molto – e spesso in malo modo; ci stiamo riferendo al terremoto avvenuto in Abruzzo, in cui si è avuto il crollo di diversi edifici e quasi 300 morti. Un bollettino di guerra per un sisma che, in zone come la California, non avrebbe fatto nessuna vittima.

Sicuramente, quindi, in quegli edifici qualcosa non andava. Ma bisogna però fare chiarezza e raccontare i fatti con serietà e competenza. Si, perché quello che stiamo ascoltando nelle varie trasmissioni e quello che leggiamo sui quotidiani è aberrante. Ci hanno propinato frasi tipo:

Il calcestruzzo è un materiale che nel tempo passa da elastico a statico“.

Cosa vuol dire? L’elasticità è una proprietà del materiale – che si verifica entro certe condizioni – legata alla reversibilità del fenomeno; in pratica, se applichiamo delle azioni ad un materiale rimanendo in campo elastico, per poi scaricarlo, le conseguenze delle azioni ritornano a zero. Il campo elastico va distinto da quello plastico, in cui, invece, si manifestano delle tensioni residue, quindi le conseguenze delle azioni non si azzerano dopo lo scarico.

Ma il termine “statico” a cosa si riferisce? Il calcestruzzo diviene statico? Perché, nei primi anni di vita della struttura è forse dinamico?

Questa è una Leggi il resto dell’articolo