PROCOID – PROgetto COstruzioni IDrauliche v. 1.3 (dimensionamento serbatoio, blocchi di ancoraggio, verifica statica tubazioni interrate, verifica alla massima pressione, verifica alla massima depressione)


grafico-carichi1

Il PROCOID giunge alla terza edizione con la possibilità di diagrammare l’andamento dei carichi nel terreno per la verifica delle tubazioni interrate. Ma andiamo con ordine: quando vogliamo eseguire questo tipo di verifica dobbiamo anzitutto valutare quali siano le sollecitazioni sulla nostra tubazione. Si hanno:

  • Carico statico da rinterro (la porzione di terreno agente al di sopra dell’estradosso);
  • sovraccarico dinamico (il traffico veicolare);
  • sovraccarico statico (eventuale ulteriore carico fisso oltre al rinterro);
  • carico idrostatico (il carico da falda);
  • carico da fluido trasportato.

La somma di questi carichi è l’azione da prendere in considerazione. A seconda che la nostra tubazione sia rigida o flessibile si eseguono verifiche diverse (carico massimo nel primo caso, deformazione massima nel secondo).

Risulta altresì evidente che a profondità elevate il carico statico del rinterro diventa enorme, mentre quello dinamico praticamente non si risente. Al contrario, in prossimità della superficie la colonnina di terreno diviene esigua, mentre il traffico comincia a dare problemi eccessivi.

Andando a diagrammare le funzioni dei carichi al variare della quota di posa possiamo individuare una sorta di range consigliabile, come visibile nella foto in alto.

Il grafico è limitato alla fascia di terreno che va da 0 a 6 metri (specifico per il sistema fognario), ma il programma consente comunque di calcolare i carichi a qualsivoglia quota.

Da notare che il grafico si può scalare a piacimento, così come è possibile visualizzare le coordinate dei punti (profondità ; carico agente) semplicemente passandoci il mouse sopra: Leggi il resto dell’articolo

Unit weights for structural analysis


When dealing with structural analysis the first step is to evaluate loadings. We can have:

  1. dead loads;
  2. live loads;
  3. environmental loads.

The dead load is the weight of the structure you are calculating.

Dead loads can be calculated from the unit weights given in BS 648 named “Schedule of weights of building materials“. Here you can find a selection of some materials:

Asphalt

  • Roofing 2 layers, 19 mm thick => 42 kg/m²
  • Damp-proofing, 19 mm thick => 41 kg/m²
  • Road and footpaths, 19 mm thick => 44 kg/m² Leggi il resto dell’articolo

OFS – US to SI Converter: an Excel sheet for units conversions


Just few hours ago I thought about possibility of having articles in English on this website; this is the first one, something of simple and easy to write down, but at least is something for startup. “OFS – US to SI Converter” is an Excel sheet that permits the conversions of units between US units system and SI system.

Here a list of what I’ve included:

Acceleration

(accelerazione)

  • in./sec² -> m/s² (2.54E-02)

SnoWind Action 1.0 – foglio Excel per il calcolo dell’azione del vento e della neve secondo il D.M. 14 gennaio 2008


SnoWind è un foglio di calcolo Excel che consente di valutare le azioni del vento e della neve su costruzioni a pianta rettangolare di altezza inferiore a 80 m, a doppia falda e collocate in siti posti a non più di 1500 m slm. La normativa di riferimento è il Decreto Ministeriale 14 gennaio 2008.

Appena avviato il file vi troverete davanti ad una schermata molto chiara e pulita che farà da guida all’uso.

Successivamente, dovrete inserire le caratteristiche geometriche della costruzione e le caratteristiche geografiche del sito nel foglio “INPUT“. Ogni schermata è caratterizzata immagini schematiche che aiuteranno nell’inserimento dei dati. Quella che segue è la videata in cui inserire la geometria della costruzione: Leggi il resto dell’articolo

VerSezSLU – Foglio di calcolo per la verifica di sezioni in cemento armato


Questo articolo è da considerarsi una prosecuzione della discussione nata in:

Funzioni Excel per il calcolo del momento resistente di sezioni in cemento armato

Il foglio Excel consente la verifica di sezioni in cemento armato con tanto di graficizzazione del dominio.

Qui il link per il download del file:

http://www.box.net/shared/mazg5gha6x

Per ulteriori spiegazioni, esempi applicativi, discussione delle funzioni usate, ecc, si prega riferirsi al link di sopra, qui nuovamente riportato: Leggi il resto dell’articolo

Funzioni Excel per il calcolo del momento resistente di sezioni in cemento armato


Facendo seguito ad un vecchio articolo in cui veniva trattata una funzione Excel per la verifica ed il progetto di pilastri in c.a. con metodo semplificato*, si fornisce qui una nuova funzione che consente la determinazione esatta di Mrd (e non approssimato come prima). In realtà, quella proposta di seguito è solo la prima di una serie ed altre ne verranno aggiunte man mano.

La funzione in questione sostanzialmente è un codice VBA da inserire in un foglio Excel. La procedura è la seguente:

  1. aprire un nuovo foglio Excel e quindi aprire la pagina progetto di Visual Basic;
  2. inserire un nuovo modulo;
  3. copiare ed incollare il codice qui sotto;
  4. tornare nel foglio Excel;
  5. nella voce inserisci funzione trovate la nuova funzione tra quelle definite dall’utente.

Da notare che la pagina di progetto di Visual Basic la si trova nella sezione “Sviluppo“. Se non fosse presenta bisogna aggiungerla dalle “Opzioni di Excel“.

Il codice è il seguente: Leggi il resto dell’articolo

“Proprietà sezioni v.01”: foglio Excel per le caratteristiche geometriche di sezioni qualsiasi


Proprietà

Rendiamo disponibile un nuovo file per la sezione downloads mediante il quale è possibile calcolare le caratteristiche geometriche (area, perimetro, posizione baricentro, i quattro moduli di resistenza, le due inerzie, assi principali e inerzie principali) di qualsiasi sezione senza presenza di fori all’interno.

Nella porzione sinistra del foglio si inseriscono i dati relativi ai vertici, dopo averne specificato la quantità nella casella apposita: Leggi il resto dell’articolo