CED Downloads: Verifica delle sezioni in cemento armato – foglio di calcolo Excel


A chi non capita di dover verificare una sezione in cemento armato? Bene, anziché armarvi di carta e penna oppure per verificare i vostri calcoli manuali, vi offriamo questo foglio Excel che abbiamo cercato di rendere quanto più chiaro possibile. Nel primo foglio troverete le istruzioni, anche se l’utilizzo vi apparirà abbastanza intuitivo.

E’ molto importante attivare l’esecuzione delle macro, in quanto nel caso di calcestruzzo in stadio 2 e sollecitazioni con alta eccentricità la sezione è parzializzata, quindi la posizione dell’asse neutro la si ottiene dalla risoluzione di un’equazione cubica. A voi basterà premere “RISOLVI”, il tasto della macro, ed il foglio farà tutto da sé. Attenzione: questa operazione va ripetuta ogni volta che si cambia un dato d’ingresso.

Come diciamo all’interno del file, i dati attualmente presenti sono presi dagli esercizi del prof. Aurelio Ghersi, il quale ringraziamo per la passione ed il contributo fornito alla formazione di giovani ingegneri e professionisti.

Ed ecco il link dove poter scaricare il file .xlsm (ovvero .xls con macro):

VERIFICA DELLE SEZIONI IN CEMENTO ARMATO – CED

Francesco Salvatore Onorio

ofs@hotmail.it

Fattore di struttura e duttilità: sono la stessa cosa?


Talvolta si confonde la definizione di duttilità con quella di fattore di struttura, che, anche se concettualmente legate, sono molto diverse.

Indirettamente, già abbiamo discusso dell’uso che si fa del fattore di struttura nell’articolo dedicato agli spettri agli stati limite (I “tormentoni della normativa”: Stato Limite di Danno più gravoso dello Stato Limite Ultimo?), ma cos’è in realtà quel “q”?

Per studiare il comportamento di un edificio facciamo ricorso agli oscillatori semplici a comportamento elastico. Ma quindi progettiamo la struttura affinché rimanga sempre in campo elastico? No. Nella progettazione agli Stati Limite ammettiamo che la struttura possa deformarsi, anche permanentemente, sotto azioni di notevole entità; l’importante è che non si arrivi al crollo. Ammettiamo, quindi, che rimanga in campo elastico per una certa quota parte dell’azione sismica, affidando alle sue capacità deformative in campo plastico, quindi la duttilità, l’onere di sopportare la parte restante. E’ evidente che, in caso contrario, la progettazione sarebbe estremamente onerosa, richiedendo di far rimanere la struttura in campo elastico anche per le azioni più eccezionali. Leggi il resto dell’articolo

Autocad – Profili IPE,HE,UPN


Continua l’aggiornamento della sezione Download file e applicazioni utili. In questa pubblicazione verranno resi disponibili blocchi autocad contenenti in formato dwg i piu comuni profili delle sezioni in acciaio quali IPE,HE,UPN.

A voi il link:

CED Downloads: Calcolo dell’azione sismica mediante le indicazioni della OPCM 3274


Il CED vi mette a disposizione un altro utile strumento per l’esercizio della vostra professione o per i vostri progetti universitari, ovvero un foglio per il calcolo dell’accelerazione sismica cui è soggetta una struttura sulla base delle indicazioni dell’Ordinanza 3274 del 20/03/2003.

Il foglio in questione vi risulterà estremamente semplice da usare, dato che vi basterà inserire informazioni sul sito dove sorgerà la costruzione (zona sismica di appartenenza e categoria del suolo) e sul tipo di struttura (materiale da impiegare, altezza, ecc) ed esso automaticamente calcolerà tutti i dati necessari per la determinazione dell’accelerazione sismica, oltre che per il tracciamento degli spettri di interesse (elastico, ultimo e di danno).

A voi il link:

CALCOLO DELL’AZIONE SISMICA MEDIANTE LE INDICAZIONI DELLA OPCM 3274

Buon lavoro.